Sentiero - Sanremo Outdoor

Anello di Sanson

Molini di Triora, Triora, Molini di Triora



Difficoltà : Impegnativo
Lunghezza:  51 km.
Durata:  5:0
Dislivello:  1700 m
Scarica:  | KML
Condividi: 
Hashtag: #anellodisanson
Immagini Social:  Social Wall
Inizio : Si parte dal parcheggio nei pressi del distributore di benzina di Molini di Triora
Fine : Si arriva al parcheggio nei pressi del distributore di benzina di Molini di Triora

Descrizione

Si parte dal parcheggio nei pressi del distributore di benzina e si sale subito verso la strada provinciale. Si va a destra e dopo aver attraversato l'abitato di Molini di Triora, si prosegue sulla provinciale verso Triora; arrivati dove la strada scollina, troviamo un bivio dove si deve girare a destra. arrivati davanti al municipio, si prende la strada che sale a sinistra e si prosegue sulla carreggiata principale fino a che, dopo aver lasciato due tornanti e una rampa ripida, comincia la strada sterrata. La percorriamo per qualche chilometro e arrivati ad un bivio, proseguiamo dritti in discesa per poi ritrovare una leggera salita che ci porterà a passare davanti al rifugio Fornara, ex caserma della Guardia di Finanza, dopo di che troviamo una galleria a gomito completamente buia, da percorrere con l'ausilio di oggetti luminosi, oppure la si può evitare con un sentiero a sinistra del proprio ingresso, non molto agevole però. All'uscita del tunnel voltandosi indietro se alzando gli occhi, si può scorgere in cima al monte Saccarello la famosa statua del Redentore che domina tutta la valle Argentina. Proseguendo ancora per qualche centinaia di metri, troviamo una stradina che sulla destra sale a ritroso rispetto alla nostra direzione. La percorriamo e dopo un centinaio di metri, arriviamo ad un incrocio di strade; giriamo a sinistra e seguiamo la strada che dopo circa 2.5 km si ricongiunge con quella abbandonata subito prima ma meno scorrevole. A questo punto proseguendo incontreremo un bivio dove a sinistra la strada scende verso Burniga, però si prende a destra e si continua a salire fino dove la strada si fa più dolce e, tra sali e scendi, si passa sotto il rifugio dei Gray. A questo punto ci sarà solo discesa, dapprima con uno sterrato molto ghiaioso che arriva al Colle Melosa e successivamente su strada asfaltata fino a Molini dopo aver girato a sinistra a colle Langan.

Mappa